Gli “Eletti” vi faranno uscire dalla schiavitu’ del sistema. Chi sono?

Coloro che hanno la capacità di vedere oltre le ombre e le menzogne della propria cultura non saranno mai capiti – e tanto meno creduti – dalle masse.
– Platone

Pochi sono consapevoli dei tempi eccezionali che stiamo vivendo: pochi ma sufficienti per aiutare se stessi e l’intera umanità; sono quelli che Vangeli e film come ”Matrix” chiamano gli ”eletti”, quelli che cercano la verità.

Gli eletti si sentono diversi fin dalla nascita, non si adeguano alla ”realtà” di questo mondo vorrebbero cambiarlo ma non sanno come fare.

Imboccare la via dell’ evoluzione è un ”cambiare” che è in realtà diventare se stessi; è ESSERE, ovvero: RIFLETTERE NEL MONDO IL PROPRIO MESSAGGIO GENETICO IN TUTTA LA SUA INTEGRITA’.

L’incontro fatale con un professionista, che ristabilisce il contatto con il vero sè, è il passo necessario per chi cerca la via. E’ un evento che imprime una svolta all’esistenza del potenziale ”eletto”; l’evidenza che TUTTO CIO’ CHE HA SEMPRE SAPUTO E SENTITO E’ VERO e non solo sogno o vaga fantascienza.


Tuttavia ”per imboccare la via” dice Morpheus (il professionista di ”Matrix”), ”sapere non basta”.Bisogna aprire la porta interna, sciogliere quella barriera che è la paura di essere diversi e quindi non accettati dagli altri.

Gli ”eletti” sono pochi, ma non pochissimi: forse alcuni milioni o decine di milioni. Sparsi come il sale ovunque nel pianeta, immersi in ”realtà” familiari e sociali che negano tutto ciò che gli ”eletti” sentono. La sfida è CREDERE IN SE STESSI, OSARE ESSERE DIVERSI, RISPETTARE LE PROPRIE ABILITA’, SVILUPPARE I PROPRI TALENTI; NON ADATTARSI quindi al sistema che organizza ogni attimo della così detta ”vita”. Gli ”eletti” sono ”enzimi” di una trasformazione planetaria che consentirà a tutti LIBERTA’, PROSPERITA’, UNITA’ e COMUNIONE CON LA NATURA.

Dal libro: ”Il gioco cosmico dell’uomo” di Giuliana Conforto
Fonte

16 commenti:

Paola Giodano ha detto...

Hai perfettamente ragione sin da piccola vedevo le code prima che succedessero avverto I'll terremoto anche 15 giorni prima faccio solo piu'caso a quelli intorno al 4grado ma non so dove oppure vicino e i disastri alluvioni e altro uguale non so dove riesco a distanza ad aiutare me e altre persone a stare meglio anche all'estero,ultimamente una persona in coma I'll giorno dopo si e'svegliata e state bene non e'la prima Volta e tante altre testimonianze chi mi sa dare spiegazione di questo grazie a chi mi risponde.

Michele ha detto...

Ciao Paola. Non ho capito cosa intendi con la persona che è uscita dal coma.

Raffaele Werner ha detto...

Io ho doti di premonizione ma non so bene come controllare ogni tanto dal nulla vedo un fatto che dopo mezzanotte ora puntualmente accade chi può aiutarmi

DerfelCadarn81 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
DerfelCadarn81 ha detto...

È stato come leggere la descrizione della mia vita!
Sono sempre stato il "pesce fuor d'acqua"!
All'asilo, a scuola, a casa, con gli amici......
Sono sempre stato quello che la pensa in modo diverso! Quello che non si lascia convincere dalle spiegazioni servite subito un piatto d'argento! E anche quello che viene guardato male o con incredulità se esprime un'opinione diversa dalla massa e apparentemente assurda e che, anche se poi si rivela esatta, molto raramente gli viene riconosciuto!
E credo anch'io che non siamo pochissimi! Il vero problema è che solitamente siamo isolati dagli altri simili a noi!

Tatiana Careddu ha detto...

menomale ci salvano questi qua!

Roberto Forapani ha detto...

sicuramente siete persone sensibili, avete già lavorato in vite precedenti siete predisposti... per questo salto quantico, coscienziale, fotonico ecc...quello che avete sono doni e bisogna usarli bene secondo discernimento e consapevolezza personale.Usate il buon senso è quello che vi posso consigliare proseguite il Vostro cammino intrapreso..ed a un certo punto qualcuno vi verrà incontro, incontrerete... ma fate attenzione state sempre all'erta..i pericoli si nascondono ovunque anche dove non vi aspettate che sia.. rimanete in piedi, anche quando cadete rialzatevi subito..mettete volontà, e disciplinate il Vostro interiore.Forza a presto non siete soli.

Anonimo ha detto...

I cosiddetti poteri extrasensoriali, dovrebbero essere considerati non come un qualcosa che rende strano chi li ha, ma che individua la carenza di chi non li possiede. L'universo è composto da energia nelle sue varie forme e pure la materia, altro non è che un contenitore di energia. Spingendosi oltre è probabile che tutto sia formato dalla stessa identica "particella" di energia replicata all'infinito per cui, in teoria, chiunque potrebbe interagire con qualsiasi parte dell'universo poichè fatto della stessa sostanza. In fisica, poi, non si parla di spazio o di tempo, bensì di spazio-tempo, considerando le due cose come inscindibili, ma in un universo relativo, nulla può esistere senza il proprio contrario e poichè l'antispazio-antitempo non è ancora stato scoperto, è lecito ipotizzare che spazio e tempo siano solo delle illusioni rese reali da una nostra consapevolezza distorta. In un certo senso è come se noi navigassimo dentro un cd rom che contiene tutte le informazioni spazio temporali dell'universo in cui viviamo; una sorta di gioco che contiene miliardi di steps da superare e di immagini di luoghi diversi che tuttavia, in realtà, convivono tutte contemporaneamente su quel piccolo supporto informatico che può essere tenuto sul palmo di una mano nonostante l'immensità di ciò che ci può mostrare. Chi possiede certi "poteri" lo si potrebbe assimilare ad un giocatore che tramite uno stato di coscienza più avanzato degli altri, riesce ad andarsene a spasso per i vari steps senza doverli necessariamente percorrere in quello che rappresenta il loro ordine sequenziale. Chi volesse approfondire l'argomento facendo riferimento a quello che è considerato il maggior sensitivo del XX secolo, può cercare sul web sia gli articoli che i filmati riguardanti Gustavo Rol.

Davide Boratto ha detto...

Vuoi parlarne con me?

Anonimo ha detto...

Si siamo isolati ma ä volte decidiamo noi stessi di isolarci adesso io x esempio mi sono trasferita su una montagna di una piccola isola ero stanca di essere sempre la sola persona ad essere differente e non poter mai raccontare che spesso sento I pensieri degli altri come se parlassero ad alta voce che Ho periodi che sogno cose che poi succedono regolarmente,che capisco cose 40 anni prima degli altri,che ricordo il momento che la mia coscenza entro`nel mio corpo ero un baby di 3 mesi,la famiglia terrestre mi ha sempre considerato to strana e non mi hanno mai accettaTo ed io non li
Ho mai potuto rionoscerli come genitori che ä due anni di eta`spiando le loro azioni emozioni e pensieri capii che erano ignoranti e mi chiesti "come mai sono qui deve essere successo una cosa Grave se mi hanno lasciato da queste persone che non conoscono la Legge".Non posso raccontare tutto qui.
Ho vissuto tre anni nella jungla Himalayana dormivo nella capanna dove Paul Bronton (Branton?) Aveva vissuto molti molti anni prima.Da sola non mi annoio mai
Da come una persona parla so subito il suo livello mentale e non spendo tempo a cercare di fargli capire certe dimensioni, mi annoio se devo passare il tempo ad ascoltare cose banali che loro considerano essere cose umane come se questa definizione possa innalzare la banalita`trasformandola in qualita.
Ciao buona notte.

Roberto Forapani ha detto...

Anonimo ci fossero tante persone come te con la tua sensibilità.. la tua coscienza sveglia il mondo andrebbe meglio.. ognuno ha il suo percorso.. sicuramente ci sarà un motivo poiché la legge é legge non sbaglia ci fa pagare tutto... oppure dobbiamo contrattare.. con lei. Come diceva qualcuno.. siamo in questo mondo animali intellettuali erroneamente chiamati uomini.. ben venga chi si sviluppa nel proprio interiore.. che in realtà sarebbe la vera persona il il vero Essere

Anonimo ha detto...

Avendo visto che la discussione ha ripreso fiato (sono quello che ha postato il 12 Marzo) mi permetterei di aggiungere che, per quanto mi riguarda, mi viene impossibile scindere la fisica e la scienza in generale, dalla religione, anche solo da intendersi come il credere ai corpi come unione di materia e spirito e credo che questo mi abbia aiutato molto a meglio comprendere come nei Testi Sacri vi sia ben più di quanto sembri riguardo alle leggi universali ed a come noi si possa interagire con esse. Nella fattispecie lo stesso Gesù affermò chiaramente che ciò che faceva Lui non era Sua esclusiva prerogativa, ma poteva essere alla portata di qualunque persona che avesse fede, fede che nemmeno necessariamente deve intendersi come il credere in Dio, bensì come nella fede di poter dominare le leggi universali in quanto siamo parte integrante di esse. La verità non è prerogativa di nessuno, bensì alla portata di tutti coloro che la cerchino a mente e cuore aperti.

Jorge Martin Zamudio Romero ha detto...

Strano ma vero al leggere oggi questo messaggio sento un flusso di energia molto forte anche a me da piccolo sempre ho cercati la verità delle cose attraverso le orazioni e contemplando le stelle

Anonimo ha detto...

È questa la sfida: riuscire ad aprire le menti chiuse (quando qualcuno anche se ignorante,inizia a fare domande significa che è pronto ad ascoltare ed imoatare). Per hè ti sei isolata e non hai cercato gli altri?

Unknown ha detto...

Ti ringrazio,non mi reputo una persona extra sensoriale, ma sono molto sensibile e mi sembra di arrivare prima a delle soluzioni. sono molto attirata andró sicuramente a cercare Gustavo Rol

Roberto Forapani ha detto...

La verità é a portata di tutti se intraprendono un sentiero interiore giustamente con cuore e mente aperta (coscienza). Bisogna andare pari passo.. capire cosa ci succede.. come base scientifica... fisica e spirituale, toccare con mano attraverso le esperienze interiori.. una volta arrivati a questo punto, siamo oltre la fede poiché ce certezza! Ce verità!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...